La polizia olandese ha chiuso 15 servizi DDoS in una settimana

2020-04-13

Le autorità olandesi riferiscono che la scorsa settimana sono stati chiusi 15 servizi per l’esecuzione di attacchi DDoS a noleggio. Rappresentanti di società di web hosting, registrar di domini, impiegati di Europol, Interpol e dell’FBI hanno preso parte a questa operazione su larga scala.

I nomi dei servizi chiusi non sono ancora stati resi noti. Ma è noto che nei Paesi Bassi è stato arrestato un sospetto di 19 anni, che ha lanciato attacchi DDoS su siti governativi. Quindi, per colpa sua, due risorse del governo olandese non hanno funzionato per diverse ore il 19 marzo 2020.

Uno dei siti governativi attaccati è Overheid.nl. La risorsa contiene informazioni su tutti i servizi e i dati delle organizzazioni governative nel paese e recentemente, a causa della pandemia di COVID-19, è spesso visitata da cittadini olandesi.

Un altro sito, MijnOverheid.nl, è una piattaforma che consente di ricevere servizi digitali dal governo dei Paesi Bassi, compresi quelli relativi a tasse, assegni familiari e così via.

“Soprattutto in tempi in cui molti decreti straordinari e altri sono pubblicati su questo sito, è indispensabile che sia disponibile per i cittadini”, si legge nel comunicato stampa ufficiale.

Vorrei ricordare che le forze dell’ordine olandesi hanno lottato con i servizi DDoS da molto tempo e seriamente. Ad esempio, sei mesi fa, nell’ottobre 2019, si sono assicurati la chiusura della società di hosting KV Solutions BV, i cui server e infrastruttura di back-end sono stati utilizzati per ospitare molte botnet IoT utilizzate attivamente per gli attacchi DDoS. Inoltre, due dei fondatori di questa compagnia furono arrestati.

In precedenza, prima di Natale 2018, le forze dell’ordine olandesi hanno preso parte a un’operazione congiunta con l’FBI e l’Europol, che ha portato all’eliminazione di 15 principali servizi per gli attacchi DDoS assunti. Di conseguenza, quell’anno non ci furono attacchi “tradizionali” natalizi a DDoS su vari servizi, e dopo che gli analisti notarono che il numero totale di attacchi DDoS diminuì dell’11% e che la loro potenza (la quantità di traffico diretta all’obiettivo) diminuì completamente dell’85 , 36%.

admin (2)